Vismara 80' NAKUPENDA, disponibile in Costiera Amalfitana!

Vismara 80' NAKUPENDA, disponibile in Costiera Amalfitana!

 

Charter Vismara 80 NAKUPENDA, noleggio yacht in Costiera Amalfitana!

charter-vismara06Bellissimo yacht a vela Nakupenda firmato dai cantieri Vismara, dal 16 agosto 2020 è disponibile per charter settimanali da Napoli! Questo modello dispone di 3 cabine. Progettato per offrire una vera semplicità di manovra, questo yacht vi porterà a velocità sostenuta verso un nuovo mondo. Può ospitare fino a 8 ospiti (in 3 cabine), proposta con  3 membri d'equipaggio attenti ad ogni dettaglio. Lo stile di questo nuovo Vismara maxi custom nasce dall’incontro dello studio di progettazione Vismara con un giovane e visionario armatore desideroso di sperimentare e sviluppare linee innovative e declinate alla fruibilità degli spazi di bordo in completo relax. Ne nasce un cruiser dal gusto moderno e ricercato, dedicato alla qualità dello spazio di bordo ed alle navigazioni di altura.

NAKUPENDA noleggio yacht in Costiera Amalfitana con l'imbarco a Napoli offre la navigazione verso le bellissime destinazioni lungo la Costiera, un mare azzurro e limpido: scopritelo a bordo  NAKUPENDA. Realizzata interamente in fibra di carbonio, come nella migliore tradizione della famiglia Vismara. Lo studio della coperta è focalizzato a garantire la massima fruibilità di bordo all’armatore ed ai suoi ospiti in qualsiasi andatura ed in qualsiasi stagione. Il favoloso flybridge è interamente dedicato agli ospiti che potranno così godere in comfort la navigazione, protetti dagli spruzzi e dal vento in ogni andatura e godere del sole grazie all’ampia cuscineria prendisole, in una struttura che sovrasta il bellissimo ponte in teak. Dall’area lounge si potrà accedere sotto coperta attraverso un ingresso dedicato. A poppavia si colloca la doppia timoneria dalla quale si può avere il pieno controllo di tutta l’imbarcazione grazie anche ai sistemi di Vismotica e godere a pieno della navigazione d’altura.

Maggiori informazioni: Scheda tecnica e foto

Marianna Accurso